Home » Animali » Cani iperattivi, come gestirli

Cani iperattivi, come gestirli

I cani talvolta possono essere iperattivi. Quali sono i motivi e i problemi dietro questo comportamento? Spesso, deriva dalla noia o semplicemente dalla mancanza di stimoli. Per ovviare al problema, possiamo talvolta interagire con il cane in modo tale da cercare di rilassarlo e di aiutarlo. Sono molte le attività che può svolgere quotidianamente un cane. Ci sono numerose tecniche per calmare un cane iperattivo. Vi daremo qualche consiglio a riguardo.

Come addestrare un cane

Prima di tutto, i cani cercano di attirare la nostra attenzione. Dobbiamo, infatti, capire che cosa vogliono comunicarci. Al contempo, però, possiamo ignorare il comportamento del cane iperattivo. Se il cane cerca di venirvi incontro, di starvi vicino, di indurvi al gioco, ignoratelo. In questo modo, il cane si calmerà.

Avere oltretutto qualcosa da fare è molto importante per il cane. In un ambiente senza stimoli, i cani si comporteranno proprio come dei bambini di 3 anni. In effetti, molti studi affermano che il cervello del cane è simile a un bambino di quell’età. Di conseguenza, diamo qualcosa la cane da fare: permettiamogli di avere dei giochi o delle attività specifiche.

Un addestratore di cani consiglia di far indossare al cane un piccolo zaino quando si va a passeggio. Il motivo? Il cane si concentrerà esclusivamente sul portare lo zaino e ignorerà il resto del mondo. Avete presente che i cani talvolta possono accumulare moltissima energia? Educare il cane alla passeggiata è estremamente importante per lui.

Il cane, infatti, ha bisogno di passeggiare, di svagare, di staccare. Nel momento in cui invece il cane si ritrova a stare chiuso in casa per troppo tempo, comincerà a innervosirsi. Di conseguenza, è bene far capire ai nostri amici cani che è tempo di uscire e di divertirsi. Il cane scaricherà le energie durante la passeggiata e, al ritorno a casa, sarà molto più felice e rilassato.

Cani iperattivi: cosa fare?

C’è un aspetto che i padroni dei cani spesso ignorano, ovvero che gli animali sono lo specchio del nostro stato d’animo. I cani, così come i gatti, sanno come ci sentiamo e agiscono di conseguenza. Se in un dato momento siamo molto stressati o nervosi, gli animali percepiscono le nostre preoccupazioni e agiscono di conseguenza.

Dunque, anche loro tenderanno a soffrire di stress e a cominciare a preoccuparsi. Di conseguenza cominceranno ad essere iperattivi. Dobbiamo mantenere anche noi la calma, evitare lo stress e le ansie, altrimenti le comunicheremo al nostro animale. Comincerà ad essere irrequieto e a non comprendere la situazione.

I nostri cani vivono in un mondo fatto di profumi. Avete mai sentito parlare dell’aromaterapia? È una tecnica di rilassamento che in tanti consigliano anche per i cani. Nello specifico, a rilassare è il profumo della lavanda. L’aromaterapia alla lavanda avrebbe degli effetti rilassanti sui nostri cani. Possiamo discutere della terapia insieme al nostro veterinario oppure consultare un professionista olistico.

Saranno loro, infatti, a consigliarci quali sono i profumi che possano aiutare i nostri pelosi a calmarsi. Un fattore estremamente importante è permettere ai cani di socializzare con altri cani. Il motivo è che, durante la socializzazione, il cane rilascia molte energie. In questo modo si aiuta il cane sia mentalmente, sia fisicamente a mantenere un equilibrio interiore.

Addestrare il cane significa anche insegnarsi ad essere paziente. Possiamo allenare il nostro cane, soprattutto a fargli capire che deve essere molto più calmo. Insegniamogli, dunque, le buone maniere, come ad esempio sedersi, quando salutare, aspettare la ciotola sul cibo, salutarlo di fronte alla porta. Con l’aiuto di un educatore, possiamo insegnare ai nostri cani a mantenere il controllo in ogni situazione sociale o in casa.