Home » Casa » Centrifuga lavatrice, la velocità con cui agisce

Centrifuga lavatrice, la velocità con cui agisce

La centrifuga è l’ultima fase del classico lavaggio in lavatrice; questa può essere diversa in base al tipo di modello e alla velocità con cui viene effettuata. Queste caratteristiche incidono sui tempi di asciugatura degli indumenti e anche sulla durata nel tempo degli stessi. La centrifuga prende il nome dalla forza che viene sfruttata per ottenere il risultato desiderato, la cosiddetta forza centrifuga che può essere paragonato al movimento compiuto da quelle macchine per alimenti che riescono a produrre il succo partendo dalla frutta o da una verdura. Nello specifico, parlando della forza centrifuga attuata dalla lavatrice, si intende la forza con la quale gli indumenti all’interno del cestello vengono ammassati contro le pareti. I piccoli fori presenti sulla parte esterna permettono all’acqua presente di dirigersi verso lo scarico della lavatrice e quindi gli indumenti saranno perfettamente strizzati e dunque una volta stesi impiegheranno meno tempo per asciugare.

Centrifuga lavatrice, la velocità con cui agisce

Più è alto il numero di giri che la lavatrice consente di selezionare maggiore sarà la forza centrifuga esercitata sugli indumenti e dunque la quantità d’acqua che verrà eliminata. In genere, le lavatrici classiche permettono di selezionare i giri della centrifuga che di solito si aggirano sui 1000/1200 giri al minuto, le versioni più datate al contrario hanno un numero di giri inferiore, sugli 800 ed anche meno. Le lavatrici industriali invece indicate per tutti coloro che hanno delle esigenze particolari possono arrivare ad avere un numero di giri al minuto ancora maggiore che può aggirarsi attorno ai 1600 giri al minuto. Tendenzialmente, si sconsiglia di acquistare quei modelli di lavatrice che non offrono la possibilità di scegliere il numero di giri a cui impostare la centrifuga, vengono chiamate lavatrici a centrifuga fissa. La ragione risiede nel fatto che ogni capo è creato con dei materiali differenti e dunque ha delle esigenze diverse anche in fase di centrifuga, ciò porta a dover escludere completamente questo programma quando si lavano capi particolarmente delicati. Per evitare di avere questo inconveniente è preferibile acquistare lavatrici con centrifuga variabile che offrono la possibilità di selezionare i giri della centrifuga, se inferiori a 600 o ancora maggiori in base alla tipologia di indumenti che si stanno lavando. I tempi di asciugatura in questo caso saranno tarati in base al programma scelto.

La scelta della centrifuga

Le lavatrici moderne consentono di selezionare il numero di giri della centrifuga rotando una semplice manopola, in questo modo è possibile scegliere il programma in base al tessuto dei capi messi all’interno della lavatrice, il cotone ad esempio non dovrebbe mai essere strizzato con centrifughe superiori ai 600 giri, stesso discorso per i materiali ancora più delicati come la seta, in quest’ultimo caso infatti è preferibile escludere completamente la centrifuga e lasciare che i capi asciughino lentamente. Un’altra opzione che può essere molto comoda e sempre presente sulle lavatrici particolarmente moderne è quella stiro facile che permette di evitare che i capi vengano strizzati in modo da doverli stirare dopo l’asciugatura. In questo modo, sarà possibile ottenere un bucato quasi perfetto facendo al contempo attenzione alla qualità dei tessuti e dunque alla loro durata nel tempo.

Cos’è la centrifuga minore

Non bisogna poi dimenticare che il cestello del bucato ruota anche in altre occasioni seppur in maniera molto più lenta. Viene infatti chiamata centrifuga minore la rotazione del cestello immediatamente successiva all’immisione del bucato, in quest’ultimo caso infatti si ha una rotazione molto lenta, di appena 10 giri al minuti che consente a detersivo e ammorbidente di infiltrarsi tra le trame degli indumenti, in seguito, si ha il lavaggio con una centrifuga minore che è indispensabile perché i capi siano intrisi di acqua e sapone. Successivamente ci sarà poi la centrifuga con giri superiori a 600 al minuto.

I problemi relativi alla centrifuga

Molto spesso la centrifuga della lavatrice non funziona e le ragioni adducibili a tale problema possono essere le più varie. Nella maggior parte dei casi, per errore è stata esclusa la centrifuga, altre cause possono riguardare l’eccessivo caricamento della lavatrice. Molti infatti tendono a immettere nel cestello un peso superiore a quello che consente allo stesso di ruotare in maniera veloce, bloccando di conseguenza la centrifuga. Un’altra motivazione può essere relativa alla rottura della cinghia, le cause in definitiva possono essere le più varie.