Home » Business » Che cos’è esattamente la traduzione legale e come funziona

Che cos’è esattamente la traduzione legale e come funziona

La natura sensibile dei contenuti dei documenti legali e la loro importanza richiede l’intervento di un traduttore specializzato (come nel caso di Pierangelo Sassi per la traduzione giurata danese italiano) che possa trasformarli correttamente nella seconda lingua di destinazione.

Che cos’è la traduzione legale?

La traduzione legale si occupa della trasformazione di testi inerenti a sistemi giuridici, variabili a seconda del Paese di appartenenza. Il processo richiede la padronanza di entrambe le lingue e dei sistemi giuridici: soltanto in questo modo il risultato finale sarà accurato e dettagliato.

La legge dipende dalla cultura e quindi, come per la traduzione di documenti tecnici, il linguista deve comprendere il discorso legale per saper creare i documenti. Ogni sistema legale è ovviamente colmo di espressioni diverse, tutte uniche all’interno della propria giurisdizione.

In aggiunta a questa complessità esistono anche diverse leggi che si applicano ai media, alla tecnologia, alla finanza e alla produzione. Per questi motivi non è possibile effettuare una semplice traduzione di un documento legale.

La corrispondenza esatta di diritti e doveri è una parte cruciale del testo. Non c’è spazio agli errori perché questi potrebbero comportare ritardi, perdite finanziarie o altri effetti negativi.

Quali documenti richiedono una traduzione legale?

La traduzione legale è spesso richiesta da istituzioni internazionali, società globali, studi legali e registri giudiziari. Qualsiasi documento che verrà utilizzato all’interno del sistema legale in una lingua diversa rispetto all’originale potrebbe richiedere una traduzione legale. Queste potrebbero includere:

  • Dichiarazioni di testimoni
  • Sentenze o precedenti legali
  • Brevetti depositati
  • Trascrizioni
  • Rapporti ufficiali
  • Documenti finanziari
  • Contratti
  • Registrazioni su CD o nastro

Molti altri testi comunque richiedono questo tipo di operazione come ad esempio un certificato, una sceneggiatura o altro ancora.

Le traduzioni legali, oltre a poter essere di appartenenza di studi legali o grandi società, possono riguardare anche siti Web, cataloghi di vendita o brochure. In linea generare, qualsiasi documento coinvolto in un procedimento giudiziario, può richiedere una traduzione di questo tipo.

Non è finito: alcune traduzioni legali potrebbero essere entusiasmanti. Pensa infatti ai contratti dei giocatori di calcio famosi o alle attività offshore multimilionarie. Sarà divertente ed entusiasmante poter controllare i loro testi.

Saranno sempre necessari traduttori umani?

Sì, la traduzione umana dovrebbe essere sempre la prescelta rispetto alla produzione automatica di testi di traduttori digitali.

Il livello di accuratezza richiesto indica la grande importanza dei professionisti umani che devono lavorare approfonditamente su questi testi.

Alcune traduzioni richiederanno conoscenze tecniche specifiche ed infatti, proprio in questo senso, non sarà sufficiente affidarsi ad un traduttore automatico.

Il traduttore dovrà anche essere informato riguardo l’utilizzo finale del documento, il quale potrebbe influenzare la traduzione. Sebbene avanzando, le macchine e i software non saranno mai in grado di svolgere un lavoro ottimo al pari di quello umano.

Ad esempio: il documento è rivolto al grande pubblico o sarà un testo giuridicamente vincolante?

Alcuni Paesi richiedono traduttori certificati dallo stato per effettuare la traduzione legale, come ad esempio l’Argentina e il Brasile. Spagna, Svezia e Paesi Bassi, invece, richiedono che i linguisti partecipino alla traduzione giurata per garantire la massima autorevolezza del proprio operato. In questo modo, questi ultimi saranno autorizzati dal Ministero degli Esteri a svolgere la traduzione di documenti ufficiali.

Il nostro Paese, invece, richiede l’intervento di un professionista legale che certifichi ogni traduzione legale. Queste precauzioni mostrano l’importanza della traduzione legale.

Il Regno Unito, al contrario non richiede alcun accreditamento al traduttore per poter eseguire traduzioni legali.

Perché dovresti sempre consultare un professionista?

In questo modo non dovresti mai incontrare problemi e avere traduzioni errate con le conseguenze catastrofiche che ne potrebbero scaturire.

Ad esempio, nel 2011 a causa di errori di traduzioni, si sono innescate una serie di controversie legali fra compagnie marittime americane. Il “bacino di carenaggio” è stato tradotto erroneamente con “lavaggio del serbatoio” e “tranne il carburante utilizzato per il servizio domestico” in “tranne il carburante utilizzato per i voli domestici”.

I termini sono stati inseriti nel contratto, tradotti in malo modo dal cinese all’inglese, presumibilmente da degli studenti per poter risparmiare delle risorse economiche.

Quanto dura una traduzione legale?

Per poter ottenere un buon risultato finale, dettagliato e accurato, dovrai impiegare un tempo considerevole. La traduzione legale di un contratto potrebbe richiedere un giorno, quella di un fascicolo una settimana e alcuni casi di diritto ance dei mesi interi.

Innanzitutto, per poter avere una perfetta traduzione legale si dovrà scegliere un traduttore che abbia la giusta competenza ed esperienza nelle due lingue sulle quali lavorare. Nel caso in cui il testo da trattare rientrasse in temi sensibili o di alto profilo, sarebbe opportuno far firmare clausole di riservatezza al lavoratore.

In più un traduttore legale dovrà sempre richiedere l’intervento di un professionista in materia qualora nutrisse dei dubbi riguardo una parte o la totalità del testo da trattare.