Home » Casa » Classe energetica: gli interventi per migliorarla

Classe energetica: gli interventi per migliorarla

Negli ultimi tempi si sente spesso parlare di classe energetica di un edificio. In particolar modo, grazie all’introduzione del Superbonus edilizia, molti si stanno interessando di quest’argomento. Tuttavia, alcuni non hanno affatto capito di cosa si tratta ed altri continuano a brancolare nel buio. Ecco quindi, una panoramica completa sull’argomento, che cercherà di fare chiarezza su tale aspetto e su quelli che sono gli interventi per migliorare la classe energetica.

Cos’è la classe energetica?

Come prima cosa, occorre comprendere cos’è la classe energetica. Riuscendo a comprendere nei dettagli di cosa si tratta, si potrà avere un quadro più preciso degli interventi che servono per migliorarla. Ebbene, la classe energetica viene introdotta nella normativa per gli edifici in Italia a partire dall’anno 2005.

Difatti, grazie al Decreto Legislativo 192/05 tutti gli edifici presenti sul territorio italiano devono avere una classificazione per riconoscere e stabilire quelle che sono le prestazioni energetiche di una casa oppure un appartamento. La classifica parte dalla lettera G, l’ultimo gradino del rendimento energetico, fino ad arrivare ad A4.

Quali sono i parametri presi in considerazione per stabilire la classificazione di un edificio? Ebbene, ci sono determinati parametri sia strutturali che funzionali che determinano in modo accurato il consumo di energia medio dal punto di vista scientifico. In poche parole, attraverso questa classificazione è possibile stimare il consumo elettrico di un edificio e di conseguenza si potrà controllare un eventuale spreco di energia.

Quali sono gli interventi per migliorare la classe energetica?

A questo punto, occorre comprendere quali sono gli interventi che servono per migliorare la classe energetica. Si ricorda, che l’obiettivo di tali interventi dovrebbe essere quello di raggiungere la classificazione A.

Per riuscire in questa cosa, si possono commissionare diversi interventi. Ad esempio, un primo intervento utile ed efficiente è quello di far costruire un cappotto termico così da avere un isolamento. In questo modo, si possono ridurre i costi relativi al riscaldamento e riuscire ad ottenere un clima ottimale in casa sia in estate che in inverno. Allo stesso tempo, si ricorda che può essere utile sostituire i vetri della propria casa, puntando sui cosiddetti vetri tripli.

Un altro intervento che si può richiedere riguarda la sostituzione del proprio impianto di riscaldamento. Per riuscire a ridurre i consumi energetici e far salire la classe energetica del proprio edificio, si può puntare sull’installazione di un impianto a pompa di calore e pannelli di movimento. In alternativa, si può puntare su un sistema simile ma che sia comunque a bassa temperatura.

Infine, un ulteriore intervento che si può richiedere consiste nella realizzazione di strumenti che permettono di sfruttare energie rinnovabili. Nella fattispecie dunque, è possibile commissionare la costruzione di pannelli solari per la propria casa, così da sfruttare l’energia del sole per far funzionare dispositivi elettrici nel proprio ambiente domestico.

Per riuscire ad ottenere la classificazione A, si ricorda che devono essere effettuati almeno 2 tra gli interventi indicati.

Si può richiedere il Superbonus per gli interventi citati?

Gli interventi che sono stati menzionati per riuscire ad ottenere una migliore classe energetica per la propria casa possono essere richiesti attraverso Superbonus 110%.

Certo, per usufruire di questa sovvenzione statale occorre comunque affidarsi ad una ditta di professionisti che accetti tale bonus. In ogni caso, se si sceglie la ditta giusta non si dovranno avere problemi al riguardo.

In ultima analisi, se si effettueranno questi interventi non solo si migliorerà la propria classe energetica ma si potranno avere anche benefici duraturi che aumenteranno il proprio benessere!