Home » Casa » Come ottenere il Superbonus 110%

Come ottenere il Superbonus 110%

Il Superbonus 110% pare essere sulla bocca di tutti. Sempre più persone si stanno muovendo per ottenere questa sovvenzione statale e migliorare la qualità del proprio appartamento o della propria sede commerciale. Tuttavia, alcuni non conoscono ancora i dettagli in merito a tale bonus. Anzi, non sono pochi coloro che brancolano nel buio e non conoscono nulla in merito all’argomento. Ecco una panoramica generale che prenderà in considerazione come ottenere il Superbonus 110% ed altri dettagli su tale tema.

Cosa si intende per Superbonus 110%?

Prima di vedere nei dettagli come ottenere questa sovvenzione, è bene aprire una piccola parentesi al riguardo. Difatti, è opportuno comprendere cosa si intende quando si parla di questo bonus.

Il Superbonus 110% è stato introdotto in Italia come parte del Decreto Rilancio, lanciato dal Governo Italiano durante l’anno 2020. Il Decreto in questione prevede questa e molte altre sovvenzioni, finalizzate a rilanciare l’economia del paese dopo la grave pandemia mondiale dovuta al COVID-19.

Il superbonus consiste in una detrazione fiscale pari al valore del 110% che può essere applicato da coloro che richiedono lavori di edilizia su edifici già esistenti. I lavori in questione comunque, devono riuscire a migliorare la classe energetica della propria casa o del proprio appartamento. Inoltre, sono esclusi da tale bonus quelli che sono i lavori applicati su costruzioni nuove.

Dunque, lo scopo del bonus è anche quello di permettere ai cittadini di ammodernare le loro abitazioni, eliminando eventuali sprechi energetici.

Quali requisiti soddisfare per ottenere questo bonus?

A questo punto, bisogna comprendere quali sono i requisiti da soddisfare per riuscire ad ottenere questo bonus. Difatti, ci sono alcuni parametri che devono essere rispettati, altrimenti non si potrà accedere alla detrazione fiscale.

Come prima cosa, bisogna comprendere che i lavori richiesti devono essere in grado di far salire il proprio edificio di due classi energetiche. Naturalmente, se ciò non fosse possibile, ci dovrebbe essere come minimo il miglioramento di una classe energetica, ad esempio dalla classe C alla classe B.

Naturalmente, per stabilire tale salto di qualità bisognerà far intervenire un professionista del settore. Quest’ultimo controllerà che ci siano i presupposti per effettuare i lavori e che questi siano vantaggiosi al fine di raggiungere una classe energetica superiore. Inoltre, il professionista dovrà anche redarre un attestato tecnico che confermi la sua perizia.

Ad ogni modo, ci sono alcuni lavori prestabiliti che si possono richiedere per ottenere con certezza il Superbonus 110%. Commissionando tali interventi allora si potrà procedere con l’avvio dei lavori, contattando una ditta specializzata che aderisce all’iniziativa statale.

Quali sono gli interventi che permettono di accedere al Superbonus?

Ci sono diversi interventi che possono far accedere al Superbonus statale. Ad esempio, è possibile richiedere la costruzione di pannelli solari per la propria abitazione. In alternativa, si può commissionare la costruzione di strumenti che utilizzino energie rinnovabili per funzionare, come le colonnine elettriche utili per ricaricare le automobili ibride. Anche il miglioramento anti-sismico del proprio edificio rientra tra gli interventi accettati per il Superbonus 110%.

Molti nell’ultimo periodo stanno richiedendo anche la possibilità di realizzare un cappotto termico per favorire l’isolamento della casa. Ciò viene ammesso dal Superbonus e permette di migliorare in modo ottimale la classe energetica del proprio edificio. Si può richiedere anche la sostituzione dei propri infissi, eliminando quelli già presenti nella casa.

Infine, anche la sostituzione di eventuali impianti di climatizzazione con sistemi centralizzati e moderni, di ultima generazione, viene ritenuta idonea per ottenere il bonus edilizia.