Home » Business » Cosa fa il professionista in consulenza legale per il franchising

Cosa fa il professionista in consulenza legale per il franchising

La consulenza legale per il franchising (come scritto qui https://www.studiolegaleadamo.it/servizi/aree-di-competenza/franchising-e-affiliazione-commerciale) è un servizio il cui obiettivo finale è uno solo, ovvero fare in modo che ogni potenziale problematica che nasce tra lavoratore e titolare del marchio possa essere facilmente rimossa in tempistiche brevi e senza alcuna potenziale complicanza ben celata.

A cosa serve il servizio di consulenza legale per il franchising

Quando si parla della consulenza legale per il franchising occorre premettere che il servizio in questione ha ben due scopi principali, i quali devono essere perseguiti da parte della figura che deve offrire tale servizio.
In primo luogo il consulente ha il preciso obbligo di presenziare durante la fase di firma del contratto tra chi cede il marchio e chi, invece, decide di sfruttarlo.
In questo modo è possibile valutare se tutti gli elementi chiave, che stabiliscono se il rapporto stesso è legale o meno, siano presenti.
Pertanto il suo primo atto è quello di offrire un tipo di consulenza specifica atta a rimuovere gli eventuali elementi negativi e fare in modo che il risultato finale possa essere realmente sinonimo di massima trasparenza, evitando quindi complicanza di varia natura tra le due figure in causa.

Tutelare le due parti

Il secondo compito che invece deve essere svolto da chi eroga il servizio di consulenza legale per il franchising è rappresentato dal fatto che sia il titolare del marchio che la figura che opera sfruttandolo devono essere tutelate qualora l’altra parte dovesse adottare degli atteggiamenti che sono tutt’altro che ottimali e che hanno il compito di minare il rapporto tra le parti.
In questo caso specifico chi offre la sua consulenza in qualità di professionista ha il preciso dovere di garantire a entrambe le parti la massima trasparenza e soprattutto la possibilità di far valere tutti i propri diritti, evitando che possano nascere delle potenziali complicanze e situazioni che sono tutt’altro che ottimali e che vanno a danneggiare il rapporto tra le due parti.
Per esempio se il marchio richiede un affitto del logo o altri aspetti a un prezzo superiore rispetto quello richiesto in fase iniziale del rapporto di lavoro, chi opera usando quegli elementi ha il diritto di far affidamento sul servizio di consulenza legale per il franchising, il quale nasce con il preciso scopo di evitare che questa situazione si possa in qualche modo palesare e che possano nascere delle potenziali complicanze atte a rendere il rapporto di lavoro molto meno chiaro e preciso del previsto.
Di conseguenza è bene fare affidamento su questo professionista in maniera tale che il risultato finale possa essere realmente sinonimo di trasparenza massima e si evitino delle situazioni che potrebbero essere poco piacevoli da affrontare, come purtroppo spesso accade generando una situazione difficile da fronteggiare.
Ecco quindi che anche in questo caso la figura in questione mette a disposizione tutte le sue conoscenze maturate sul campo con il fine di proteggere una delle due parti che ha subito un potenziale torto evitando che la situazione possa essere tutt’altro che piacevole da fronteggiare.

Come scegliere il consulente

Un ottimo consulente è colui che opera solo ed esclusivamente con il preciso scopo di offrire una tutela completa alle figure che lo contattano indipendentemente dal ruolo che essere assumono.
Grazie a questo tipo di caratteristica è facilmente intuibile come il risultato finale ottenuto debba essere necessariamente sinonimo di massima trasparenza, evitando quindi che possano nascere delle potenziali controversie e che il problema non venga adeguatamente risolto in tempistiche immediate.
Ecco quindi che grazie a questa particolare figura, esperta nell’offrire una consulenza legale per il franchising, si ha la concreta occasione di migliorare il rapporto con l’altra parte e fare in modo che il risultato finale possa essere realmente sinonimo di massima trasparenza possibile.
Così facendo un rapporto di questo genere viene avviato senza grandi complicanze, evitando quindi ogni potenziale dubbio che lo renderebbe meno piacevole del previsto.