Home » Animali » Pincher: carattere e peculiarità

Pincher: carattere e peculiarità

Il cane di razza Pincher ha origini tedesche. Pur essendo un cane di taglia piccola o media, il Pincher presenta una muscolatura robusta e ben distribuita. Ma vediamo quali sono le tipologie di Pincher e quali caratteristiche caratteriali rendono peculiare questa razza.

Tipologie di Pincher

Esistono due tipologie di Pincher, una di piccola taglia e una di taglia media. Il Pincher nano è la tipologia di taglia piccola, per un’altezza al garrese nell’esemplare maschio che varia dai 25 ai 30 centimetri. La femmina ha più o meno le stesse dimensioni, da adulta misura solo un paio di centimetri in meno dell’esemplare maschio. Il Pincher medio invece misura al garrese tra i 40 e i 50 centimetri, e anche in questo caso le differenze tra esemplari maschi e femmine non sono particolarmente evidenti. È un cane molto amato per le sue caratteristiche caratteriali, vediamo nel dettaglio quali sono.

Caratteristiche caratteriali del Pincher

Il Pincher, sia quello di taglia piccola sia quello di taglia media, ha delle caratteristiche caratteriali peculiari. È infatti un ottimo cane da compagnia ma anche un buon cane da guardia. A dispetto delle dimensioni, infatti, il Pincher è un cane molto coraggioso che si affeziona alla famiglia in cui è cresciuto e che non esita a difendere, se necessario. È un cane intelligente e attivo, a cui piace molto passare il tempo in compagnia dei bambini. Queste caratteristiche lo rendono un cane perfetto per una famiglia. D’altra parte, essendo un cane molto ricettivo e sensibile agli stimoli esterni, ha la tendenza ad abbaiare se sollecitato da rumori o da altri stimoli esterni, come persone che camminano in prossimità della porta di ingresso. Il suo coraggio e la sua forte personalità hanno bisogno di essere controllati, quindi è un cane che fin da piccolo va abituato a seguire il padrone. Il Pincher fa della vivacità un’altra caratteristica peculiare, e se non riconosce il padrone come tale può avere la tendenza a essere dominante. (Dai uno sguardo al nostro approfondimenti dedicato ai cani iperattivi). Al Pincher piace molto giocare e, grazie al suo carattere allegro e curioso, questa razza di cane è pronta a farsi coinvolgere in diversi tipi di attività. Può essere leggermente aggressivo con altri cani, soprattutto se sconosciuti, e per questo l’educazione di un Pincher ha bisogno di qualche accorgimento. Vediamo insieme quali sono.

Educazione e accorgimenti

Come accennato in precedenza, il Pincher è un cane con un carattere forte. Per questo motivo è consigliabile avere almeno un po’ di esperienza con i cani prima di prendere in considerazione la possibilità di accogliere un Pincher nella propria famiglia. La sua tendenza a dominare e la naturale diffidenza hanno bisogno di essere controllate fin dai primi mesi. Il Pincher deve essere quindi abituato fin da cucciolo a condividere lo spazio con altri cani e a interagire con persone sconosciute. Inoltre è fondamentale che riconosca il ruolo del padrone, per evitare che sviluppi comportamenti che, in età adulta, diventerebbero più difficili da correggere. In ogni caso, con i giusti accorgimenti, il Pinscher è un cane vivace che porterà gioia in famiglia anche grazie ai suoi piccoli spigoli caratteriali, che sono solo un sinonimo di forte personalità. Come dicevamo, il Pinscher è un cane che sta molto bene con i bambini. Consigliamo però di accogliere un Pinscher in una famiglia con bambini non troppo piccoli, in modo da creare per il cucciolo un ambiente rilassato e nel quale la famiglia possa prendersi cura di lui nel migliore dei modi. Se lasciato da parte infatti il Pinscher può avvertire una attenzione non sufficiente nei propri confronti e sviluppare comportamenti errati. Un’altra cosa da tenere sotto controllo è la sensibilità di questa razza di cane alle basse temperature. È importante quindi utilizzare cappottini ed evitare di passeggiare con il Pinscher, se non adeguatamente coperto, nei momenti più freddi della giornata. Il suo pelo corto non lo protegge infatti a sufficienza dal freddo.

Conclusioni: Pincher sì o no

Concludendo, consiglieremmo il Pincher a tutte quelle persone amanti dei cani che abbiano almeno un po’ di esperienza con loro. È un cane che, pur amando passeggiare, ama vivere in casa e in famiglia. I cani Pincher sono quindi perfetti anche per una vita in appartamento, ma come detto hanno bisogno di un padrone che li sappia educare fin da piccoli e a cui venga riconosciuta una certa leadership. È una razza consigliata soprattutto a chi sta cercando un cane vivace, allegro e allo stesso tempo protettivo, coraggioso e attento.